AMI ROSEGOLD? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE AGGIORNATA

Più flessibile con lo Yoga

yoga

Come sapete la pole è 50% forza e 50% flessibilità, raggiungibile attraverso lo stretching costante e lo yoga. Si avete capito bene, anche lo yoga.

L’International Journal of Yoga ha pubblicato un piccolo studio nel 2015 che mostra come 10 settimane di yoga hanno migliorato la flessibilità e l’equilibrio negli atleti coinvolti. Questa disciplina offre molti vantaggi: è utile come allenamento incrociato, migliora la forza e l’equilibrio del core, supporta il recupero e migliora l’attenzione mentale.

Ma quale stile di yoga scegliere per aumentare la flessibilità?

Esistono moltissimi stili di yoga e alcuni funzionano meglio di altri per questo scopo specifico, tra questi due in particolare risultano essere molto utili nella pratica:

Ashtanga: questo è uno stile popolare in India nei primi anni del 1900. L’Ashtanga è quel tipo di yoga che ti sfida con pose impegnative che richiedono incredibile forza, flessibilità e concentrazione, attarverso sequenze prestabilite.

Vinyasa: derivato dal precedente stile il Vinyasa è una pratica che si basa molto sulla respirazione nello svolgimento degli esercizi. La sua intensità varia da come viene insegnato. 

È importante sapere che lo yoga non è solo allungamento muscolare, è un vero e proprio allenamento. Meglio essere chiari con gli obiettivi che si sperano di raggiungere prima di iniziare.

Alcune posizioni per iniziare

Il modo migliore per diventare più flessibili è come sempre continuare ad allenarsi costantemente e perchè no provare alcuni posizioni dello yoga tra i vari allenamenti. Se non hai mai provato prima potresti partire da queste:

posizione del cane yoga

Posizione del cane a testa in giù

Questa posizione serve a tonificare, migliorare la flessibilità e rinforzare la schiena. Per eseguirla basta copiare la posizione della foto distendendo bene le gambe e appoggiando i talloni a terra: busto e gambe devono formare un angolo retto. Il corpo assume la posizione di un cane che si stiracchia.

posizione dell'albero yoga

Posizione dell’albero o Vrksasana

Questa è una posizione di bilanciamento, che vi regala forza e fiducia in voi stesse e aiuta a concentrarsi. Dovete portare un piede alla caviglia, al ginocchio o alla coscia, in base al vostro grado di flessibilità ed equilibrio. Sollevate le braccia in alto e unite i palmi sopra la testa, come a creare i rami del vostro albero.

posizione del ponte yoga

Posizione del ponte

Una posizione che apre la parte anteriore del corpo: fianchi, addominali, pettorali. Le braccia spingono verso terra, con i palmi e i piedi ben poggiati. Provate a incrociare le mani sotto la schiena, per aprire di più il torace.

la posizione della locusta

La posizione della locusta o Salabhasana

Essendo un piegamento all’indietro, è semplice da eseguire anche per i principianti. Energizzante, riscaldante, rinforzante per tutti i muscoli posteriori del corpo: è una posa perfetta per migliorare la postura e rinforzare i muscoli della parte alta della schiena. I palmi guardano verso il pavimento, oppure si incrociano dietro la schiena per aprire meglio petto e spalle.

posizione del guerriero yoga

Posizione del guerriero 2

La posizione distende le gambe e apre la parte interna delle cosce. Le gambe sono divaricate, con la destra a 90 gradi verso l’esterno e la punta del piede sinistro leggermente interna. Le braccia sono sollevate lateralmente, con i palmi verso terra: piega una volta il ginocchio destro a 90 gradi, poi inverti la posizione e ripeti con la gamba sinistra.

yoga-uttanasana

Posizione del piegamento in avanti

La posizione distende la parte interna e posteriore delle gambe, oltre a rilassare braccia e schiena. Cerca di raggiungere terra con le mani, tenendo le gambe distese e leggermente aperte.

plank yoga

Posizione dell’asse o plank 

Una posizione completa, che impegna tutti i muscoli, a partire dalla fascia del core. Cerca di eseguirla con le gambe distese ma se non riesci piega le ginocchia a terra. Tieni gli avambracci alla larghezza delle spalle, contraendo gli addominali verso la parte bassa della schiena.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i prossimi iscriviti alla newsletter, basta solo il tuo nome e l’email e farai subito parte del “salottino delle polers”: un gruppo esclusivo in cui le polers partecipanti una volta al mese riceveranno speciali contenuti e approfondimenti.

P.s. la tua identità da super poler non verrà mai rivelata a nessuno!

Condividi per prima questo articolo su Facebook, allenarsi con le amiche è più bello…

chissà magari così le convincerai!

allenarsi insieme alle amiche

 

Rosegold
0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *